ULTIM'ORA DEL 04/12/2012 ORE 11.18
PRIMO VERO ASSAGGIO D'INVERNO, FREDDO E RISCHIO NEVE A QUOTE BASSE PER L'IMMACOLATA!!!!
Urbino con un velo di neve nella mattinata di ieri, 3 dic 2012 (fonte: webcam serpieri)
Spaghi freddi per il prossimo periodo (fonte: wetterzentrale)
Dopo un novembre molto piovoso ma piuttosto mite, stiamo ora entrando a grandi passi nel vero inverno; e dopo l'assaggio invernale dei giorni scorsi un'altro episodio è alle porte. Nel prossimo weekend, infatti, potremmo assistere ad un evento piuttosto rilevante, con la neve che potrebbe scendere fino alla quota bassa collina o addirittura in pianura tra sabato e domenica! Prima di allora (da oggi a venerdì) ci accompagnerà un clima comunque rigido (temperature sottomedia di 2-3 gradi alla quota significativa di 1500 m), pur senza precipitazioni ma dai cieli comunque nuvolosi o parzialmente nuvolosi e con temperature fredde e invernali; le minime, infatti, oscilleranno tra 0 e 2°C (con il rischio di gelate in caso di rasserenamenti temporanei) e le massime tra 7 e 10°C! Per l'evento di fine settimana, invece, vi invitiamo a seguirci per gli aggiornamenti.....

Freddo e neve per l'Immacolata
Temperature in nuovo calo da questa sera con freddo in aumento nel fine settimana con qualche nevicata...

SITUAZIONE ED EVOLUZIONE:
La circolazione atmosferica a scala europea sta assumendo i connotati sempre più di stampo invernale; la presenza di anticicloni di blocco sul medio atlantico, impediscono ai flussi miti oceanici di guadagnare strada verso est, mentre un vasto lago di aria fredde, continuamente alimentata da correnti artiche, staziona ormai da tempo sul comparto europeo centro-settentrionale.
In sede italiana, il passaggio di continue onde cicloniche trasportano a più riprese l’aria fredda verso sud, determinando tempo a tratti perturbato sulle alpi e appennini dove la neve cade anche a bassa quota.
LA PREVISIONE:
Lo scenario meteo per questa settimana, vedrà quindi il nostro territorio interessato da correnti via via più fredde nord-occidentali che determineranno un ulteriore calo termico associato a possibili rovesci nevosi mediamente oltre i 500 metri, ma che nella notte tra giovedì e venerdì, potranno scendere ulteriormente di quota fino a lambire le zone pianeggianti.
Tra venerdì e sabato la discesa di uno stretto e profondo vortice dalla Germania, determinerà la ciclogenesi sui nostri mari centro-meridionali; tale assetto barico, sarà favorevole a precipitazioni diffuse anche sulla Provincia, associate a nevicate che tra venerdì notte e sabato mattina potranno risultare di moderata intensità ed interessare i rilievi fin verso i 400 metri di quota.
LUNGO TERMINE:
A seguire correnti fredde nord-orientali potrebbero dar vita ad una lunga fase fredda e a tratti nevose con contributi di aria fredda continentale che ci potranno interessare da metà mese; situazione quindi molto dinamica da seguire e continuare a monitorare.

(Fonte: http://www.pesarourbinometeo.it - Autore: Francesco Cangiotti e Alessio Casagrande)

 

 

La Redazione Fossombronemeteo

 

Questa pagina è stata visitata 1636 volte