La pioggia mista a neve del 5-6 marzo 2008
RIEPILOGO - L'evento del 5-6 marzo 2008 ha il merito di ridare un pò di lustro all'inverno 2007-2008, partito in grande spolvero con la nevicata del 14-16 dicembre 2007 e continuato senza spunti invernali rilevanti, tranne la sfiocchettata del 1 giorno del 2008, a gennaio e a febbraio. Si tratta di un'irruzione di aria artica marittima, ovvero di aria molto fredda alle alte quote e in grado di riversarsi al suolo durante le precipitazioni più intense. La configurazione barica risulta essere ormai tipica di marzo, mese in cui negli ultimi anni avviene almeno un evento di questo tipo(a volte anche due) ogni anno. Anche le modalità della discesa fredda sono piuttosto comuni: anticiclone delle Azzorre che sale dalla Spagna verso nord-est e che blocca il flusso atlantico, aria fredda che scende dalla Scandinavia e dalla Russia settentironale, infine ciclogenesi sul medio-basso Mar Tirreno. Nonostante isoterme non troppo fredde a 850 hPa(-2/-3 nel momento di freddo maggiore), l'intensità delle precipitazioni(accumulo totale dei due giorni di 52,8 mm) e le isoterme molto fredde a 500 hPa(-30/-33) hanno consentito che cadesse neve anche a quote basse(sopra i 200 m) e pioggia mista a neve a quote pianeggianti(sotto i 200 m). Le neve, oltre che nei paesi collinari e dell'entroterra(imbiancate Acqualagna, Urbino e Fermignano) è caduta anche nel territorio comunale di Fossombrone(nelle frazioni di Calmazzo e Isola di Fano senza accumulo e a Mont'Alto con lieve accumulo) mentre nella cittadina metaurense è scesa solo della pioggia mista a neve. Sulle Cesane(740 m), rilievo più alto del comune, sono scesi addirittura 30 cm circa di neve fresca. Da segnalare, infine, il prodigioso calo termico(-20°C) in soli due giorni; nei primi 3 giorni di marzo, infatti, erano stati superati abbondantemente i 20°C, in virtù dei sostenuti venti di garbino. Si chiude così, quindi, un evento piuttosto notevole ma che rientra sia nella normalità storica che degli ultimi anni.

5 marzo 2008
Fenomeni
Ora
T in °C
Accumulo parziale
Accumulo finale
Cielo nuvoloso e assenza di fenomeni
Dalle 0.00 alle 3.00
tra +4,9 e +5,6
Nessun accumulo
0 mm
Pioggia moderata continua
Dalle 3.00 alle 5.00
da +4,9 a +2,6
5,7 mm
5,7 mm
Pioggia mista a neve fradicia e a gragnola
Dalle 5.00 alle 11.00
tra +3 e +1,9
9,3 mm
15 mm
Pioggia debole-moderata continua
Dalle 11.00 alle 24.00
tra +4,3 e +5,9
21,8 mm
36,8 mm

6 marzo 2008

Fenomeni
Ora
Tin °C
Accumulo parziale
Accumulo finale
Cielo nuvoloso e pioggia debole
Dalle 0.00 alle 4.00
tra +4,4 e +4,9
3,1 mm
3,1 mm
Cielo nuvoloso e assenza di fenomeni
Dalle 4.00 alle 10.00
da +4,4 a +5,6
0 mm
3,1 mm
Pioggia debole intermittente
Dalle 10.00 alle 16.00
tra +5,5 e +4,9
2 mm
5,1 mm
Pioggia moderata continua
Dalle 16.00 alle 19.00
da +5,2 e +4,8
7,3 mm
12,4 mm
Pioggia mista a neve fradicia
Dalle 19.00 alle 21.00
+2,8
1,6 mm
14 mm
Pioggia debole intermittente
Dalle 21.00 alle 24.00
da +3,5 a +4,5
2 mm
16 mm

- ALCUNE FOTO -

5 MARZO, ORE 9.00 - Il Monte delle Cesane(748 m) visto dal Colle dei Cappuccini(329 m); nevica dai 250-300 m e accumula dai 350-400 m. 5 MARZO, ORE 10.30 - Il Monte delle Cesane(748 m) a 400 m circa di quota; nevica e l'accumulo si aggira sui 8-10 cm. 6 MARZO, ORE 11.00 - Il Monte delle Cesane(748 m) in località "baita", ad una quota di 600-650 m; debole sfiocchettata in atto e 25-30 cm di accumulo.