La nevicata del 17 dicembre 2005

RIEPILOGO - La nevicata del 17 dicembre 2005 è la conseguenza di una rapida incursione di aria fredda da nordest, dovuta alla solita salita dell'Anticiclone delle Azzorre verso le latitudini settentrionali(in un primo momento in direzione della Groenlandia, poi in piegamento verso la penisola scandinava) e alla formazione di una bassa pressione sul basso Adriatico(in veloce spostamento prima verso lo Ionio e poi verso la Grecia). Questo fa sì che le regioni più colpite risultino essere quelle del medio-basso Adriatico. Il 17 nella Romagna e nelle Marche si passa da una debole pioggia del pomeriggio ad una intensa nevicata in serata, ma quando l'aria fredda decide di fare il suo ingresso più deciso verso l'Italia, il centro di bassa pressione si è ormai spostato verso sud-sudest regalando neve soprattutto dall'ascolano alla Puglia; infatti mentre nel pesarese la nevicata si esaurisce durante la nottata, al centro-sud la nevicata continua anche per l'intero giorno del 18, a quote via via più basse, grazie al continuo afflusso di aria fredda.

FOSSOMBRONE E DINTORNI - A Fossombrone, i giorni precedenti all'evento sono caratterizzati da condizioni di tempo lievemente perturbato e temperature abbastanza fredde(ma nella norma); il 14 e il 15 piove debolmente e nevica sopra i 700-800 m, il 16 migliora temporaneamente ma il cielo rimane nuvoloso. Il giorno 17 la nuvolosità si intensifica dando origine a deboli piogge dal pomeriggio. La sera dello stesso giorno si odono diversi tuoni, segno che in quota l'aria fredda sta entrando in contrasto con l'aria più calda preesistente, la pioggia si trasforma in neve e la temperatura scende di 2-3 gradi in poche ore. Per Fossombrone il risultato è una nevicata velocissima, anche di moderata intensità, ma che si esaurisce nel giro di due ore. Proprio mentre la neve sembra poter attecchire, cessa la nevicata, il cielo si fa nuvoloso e non più coperto, e il leggero velo di neve sui tetti e sui campi si scioglie rapidamente. Sul Colle dei Cappuccini(329 m), però, si contano 5 cm di neve dai 250-300 m, sulle Cesane(648 m) fino a 10-15 cm e anche alcune località dell'interno pesarese come Acqualagna, Cagli e Urbino sono imbiancate da quasi 5-10 cm di neve fresca, neve che rimarrà al suolo per alcuni giorni a causa delle bassa temperature. Infatti, a Fossombrone, i giorni successivi vedono un'ulteriore entrata di aria fredda da nord, che spazza il cielo dalle nuvole, recando tempo sereno, freddo pungente ed estese gelate notturne.

Fenomeni
Ora
T
Accumulo parziale
Accumulo finale
Cielo nuvoloso e assenza di fenomeni
Dalle 1.00 circa alle 12.00
+4/+5/+6
Nessun accumulo
0 cm
Alternanza tra pioggia debole e pause asciutte
Dalle 12.00 alle 19.00
+4/+3
Nessun accumulo
0 cm
Pioggia mista a neve
Dalle 19.00 alle 20.00
+2
Nessun accumulo
0 cm
Neve moderata-forte
Dalle 20.00 alle 22.00
+1
Nessun accumulo
0 cm, 5 cm sul Colle dei Cappuccini
Nuvoloso, assenza di fenomeni e fine della nevicata
Dalle 22.00 alle 24.00
+2/+3
/
0 cm, 5 cm sul Colle dei Cappuccini
Riepilogo dell'evento
Dalle 19.00 alle 22.00
Tra +1 e +2
Nessun accumulo
0 cm, 5 cm sul Colle dei Cappuccini