Episodi nevosi senza accumulo dell'Inverno 2008-2009

Concluso l'Inverno 2008/2009 possiamo riassumere anche i due episodi che hanno visto la neve cadere sulla cittadina di Fossombrone ma senza accumulare, nemmeno temporaneamente. Si tratta per lo più di episodi di pioggia mista a neve o di neve sottoforma di graupeln(neve tonda) e pallini di ghiaccio, avvenuti con temperature quasi sempre sopra lo zero. In questi casi, però, ci sono stati comunque lievi accumuli nel territorio comunale forsempronese a quote collinari(Colle dei Cappuccini e Monte delle Cesane ad esempio). Due gli eventi da raccontare(11 febbraio/20-21 marzo), entrambi caratterizzati da configurazioni bariche assai simili, con l'Anticiclone delle Azzorre posizionato tra Gran Bretagna, Islanda e Scandinavia, e con conseguente discesa fredda nord-nordest.

11/02/2009: La sera precedente il vento caldo di garbino(da SW) porta la temperatura sopra i 10°C(11-12°C). Dopo una notte e una prima mattina molto mite(T tra 7 e 9°C) e con cielo poco nuvoloso. Con l'entrata dell'aria fredda da nord si crea un minimo di bassa pressione sull'Alto Adriatico, verso le 10.00-11.00 il cielo va coprendosi(prime pioviggini) e le correnti che girano a maestrale(NW) provocano un crollo termico verticale(da 9 a 3°C in sole due ore). Dalle 10.00 comincia a piovere debolmente e fino alle 15.00 precipita anche moderatamente con una T di circa 3°C, alternando rovesci di neve pura(verso le 12.00), neve orizzontale a pallini ghiacciati(per via delle raffiche moderate da W) e pioggia mista a neve; la neve lascia tracce temporanee sui Cappuccini(329 m) e accumula oltre i 400-450 m(5 cm circa sulle Cesane con -2°C). Dopo una pausa asciutta tra le 15.00 e le 17.00, ecco un nuovo rovescio di graupeln misto a pioggia(17.30) durato circa mezz'ora. Infine, pioggia debole tra le 19.00 e le 22.00, con T di 3°C a Fossombrone, nevischio sui Cappuccini e neve sulle Cesane(accumulo di 5-10 cm). Da segnalare come l'episodio in questione apra le porte al periodo freddo e nevoso di metà febbraio(3 cm il 13 e 7 cm il 18).
ACCUMULO DI GIORNATA: 17,6 mm

20/03/2009: Nella notte tra il 19 e il 20 entra la bora con temperatura in brusco calo dai 16°C del 19 ai 7°C della mattina del 20. Il cielo si presenta da subito molto nuvoloso o coperto, con raffiche moderate da NE e con le prime deboli precipitazioni(1,5 mm) piovose tra le 1.00 e le 4.00. Il cielo rimane nuvoloso fino alle 10.00, poi, tra le 10.00 e le 11.00 altre precipitazioni(1,1 mm), intense ma di breve durata, sottoforma di rovesci di pioggia-neve e graupeln. Nonostante i 6°C circa per tutto l'arco della giornata(dalle 3.00 alle 24.00), la neve cade già dai 300 m circa grazie al dewpoint(percentuale di umidità nell'aria fredda) fortemente negativo. Da segnalare anche il windchill(temperatura percepita per raffreddamento da vento) quasi sempre intorno allo 0 per via delle continue raffiche moderate di bora.
ACCUMULO DI GIORNATA: 2,6 mm

21/03/2009: Rovesci di neve in mattinata, di breve durata alternati a pause asciutte; fenomeni nevosi(pallini ghiacciati) tra le 4.00 e le 6.00, tra le 7.00 e le 8.00, tra le 9.00 e le 10.00, e tra le 12.00 e le 13.00. Forte vento da est e leggere temporanee imbiancate nelle zone collinari limitrofe(Colle dei Cappuccini, Isola di Fano). Anche oggi la neve cade con temperature positive(circa 4°C), per via della poca umidità nell'aria(dewpoint sempre fortemente negativo) e per via dei secchi venti da est(windchill sempre intorno allo 0 o sotto); si spiegano così le precipitazioni assai deboli(poca umidità) e la forma delle precipitazioni nevose(solo pallini ghiacciati e non veri e propri fiocchi). Dalle 13.00 fino alle 24.00, infine, solo cieli irregolarmente nuvolosi, con residue "spallinate" nel primo pomeriggio verso le frazioni interne del comune(San Lazzaro, Calmazzo) e con nessun fenomeno da segnalare per il resto della giornata.
ACCUMULO DI GIORNATA: 3,6 mm